I primi 40 anni del Wrap Dress di DVF


Era il 1974 quando una giovane Diane Von Furstenberg, da poco trasferitasi a New York e aiutata dall’allora direttrice di Vogue America Diana Vreeland, lancia una rivisitazione del capo femminile per eccellenza, la “vestaglietta”, simbolo della donna piccolo-borghese, a cui da il nome di Wrap Dress (vestito che avvolge): si trattava di un vestito semplicissimo con lo scollo a V da stringere in vita con una cintura.
Il successo immediato di questo abito è legato alla sua comodità e praticità, per la vita di tutti i giorni, ma anche allo stile giovane e a buon mercato. Nel giro di poco, il wrap dress, realizzato in jersey di cotone, venne distribuito nei più importanti department store al prezzo di circa 85 dollari. In seguito al successo, Diane ampliò la produzione realizzando wrap dress con fantasie astratte ed animalier, diventando simbolo dell’emancipazione femminile.
Dopo un periodo di crisi passato a Parigi, nel 1990 Diane Von Furstenberg tornò in America per riportare al successo internazionale la sua creazione, indossata tra le alre da Michelle Obama, Madonna e Penelope Cruz.
Lo scorso gennaio a Los Angeles Diane Von Furstenberg ha organizzato un grande party e una mostra per celebrare i primi 40 anni del Wrap Dress, con numerosi invitati speciali tra cui Demi Moore, Paris Hilton, Rosario Dawson, Gwyneth Paltrow e Chiara Ferragni.
I festeggiamenti sono continuati anche durante la New York fashion week dove in occasione della sfilata autunno/inverno 2014/2015 Diane per il gran finale ha portato in passerella delle modelle con diversi modelli del wrap dress nelle tonalità dell’oro.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...